Castagnaccio

(10 persone)
farina di castagne g 500
acqua l 1
pinoli g 120
uvetta g 80
rosmarino 1 rametto
arancia 1 (la scorza)
olio EV di oliva 6 cucchiai
sale 1 pizzico
Setacciate la farina di castagne in una ciotola capiente; aggiungete l’acqua, un pizzico di sale, 1 cucchiaio d’olio, e mescolate bene fino a ottenere una pastella fluida e perfettamente priva di grumi.
Lasciate riposare finché non si sarà dissolta la schiumetta che si era formata in superficie, quindi aggiungete la metà dei pinoli e dell’uvetta.
Ungete una teglia da forno grande con 3 cucchiai d’olio, versate l’impasto, cospargete la superficie con gli aghi di rosmarino, i pinoli e il resto dell’uvetta; aggiungere ancora un filo d’olio (circa 2 cucchiai) e, infine, la scorza d’arancia tagliata a fili sottilissimi.
Infornate a 220 °C e fate cuocere almeno mezz’ora. Esistono varianti della ricetta che riguardano soprattutto lo spessore del castagnaccio, che può andare da ½ a 2-3 centimetri; in alcune versioni è prevista l’aggiunta di altri ingredienti, come i gherigli di noci spezzettati. Questo dolce prende nomi diversi in Toscana, come baldino, ghirighio, migliaccio, toppone.
Note di salute
Un dolce sano e naturale, senza zuccheri aggiunti, equilibrato dal punto di vista dei macronutrienti e ricco in micronutrienti: rispetto al fabbisogno quotidiano, apporta il 39% del rame, il 29% del potassio, il 20% del fosforo, ma anche magnesio e ferro non sono trascurabili (18% e 16% rispettivamente). Tra le vitamine primeggiano i folati (42% del fabbisogno quotidiano), la vitamina E
(31%) e la vitamina B1. Nella categoria dei dolci, il castagnaccio è senz’altro una scelta consigliabile.
PAT livello 3
Contributo di 1 porzione rispetto al fabbisogno giornaliero di riferimento (pari a 2.000 kcal)
 energia 307 kcal
 grassi 13,4 g
 grassi saturi 1,6 g
 carboidrati 42,3 g
 zuccheri 20,3 g
 fibra 6,6 g
 proteine 7,1 g
 sale 0,1 g
Fonte
Silvia Lenzini, Ora come allora: le ricette a km zero di cinque nonne toscane e di una loro allieva (ETS
2013)
Tratto da:
ARS Toscana, Cucina Toscana: ricette e salute, Giunti 2017.
Fotografie di Elisabetta Scarpini, food styling Rosalba Gioffré.

Il museo della Fondazione Scienza e Tecnica di Firenze è aperto dalle ore 9.00 alle ore 13.00, dal martedì al alla domenica.
La biblioteca è aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle 13.00.

MUSEO
Adulti: € 8.00
Bambini: € 6.00

PLANETARIO
Adulti: € 8.00
Bambini: € 6.00
Planetario + Laboratorio / bambini: € 10.00
Solo su prenotazion

Sconto di 1,00 € per
- soci Coop

Search