Aurore boreali

Che cosa è successo nella notte tra il 10 e 11 maggio?

Perché il cielo notturno si è tinto di uno splendido color rubino? La causa è una tempesta solare prevista dallo Space Weather Prediction Center (SWPC). Come ogni stella, anche il nostro Sole ha una intensa attività magnetica, con un ciclo che dura undici anni. Il 10 maggio sulla superficie solare è comparsa AR 3664, una macchia solare eccezionale, tanto grande da risultare più grande di Giove.

Una macchia solare è una macchia scura della fotosfera solare, con una zona più scura detta ombra ed una intorno meno scura detta penombra. Le macchie sono scure perché la temperatura di queste regioni, di circa 3.000-4.000°C, è più bassa di quella della superficie solare che è di 5.500°C. Le macchie sono legate strettamente all’attività magnetica solare: indicano infatti l’emersione di intensi campi magnetici e possono essere accompagnate da brillamenti solari, vere e proprie eruzioni che possono scagliare plasma nello spazio interplanetario, eventi all’origine delle tempeste solari. Le macchie solari sono quindi indici importanti dell’attività magnetica solare ed è bene monitorarle. AR 3664 ha prodotto addirittura sette brillamenti ad alta intensità.

Una delle bolle di plasma così generato ha attraversato il Sistema Solare, ed ha centrato la Terra: le particelle cariche sono state intrappolate dal campo magnetico terrestre e sono state convogliate verso i poli magnetici terrestri, dove hanno interagito con l’atmosfera, generando l’affascinante spettacolo luminoso di colori che va sotto il nome di Aurora Boreale. Fortunatamente  non ha causato danni o blackout, come invece accadde in altri casi: nel 1859 per esempio, una tempesta solare chiamata l’Evento di Carrington fece addirittura collassare il sistema telegrafico; questa volta ci ha lasciato soltanto uno splendido spettacolo, molto raro alle nostre latitudini.

Nella foto: l’aurora boreale vista ad Edimburgo il 10 maggio 2024
Credits Skynews.

– Domitilla Tapinassi –

Il museo della Fondazione Scienza e Tecnica di Firenze è aperto dalle ore 9.00 alle ore 13.00, dal martedì al alla domenica.
La biblioteca è aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle 13.00.

MUSEO
Adulti: € 8.00
Bambini: € 6.00

PLANETARIO
Adulti: € 8.00
Bambini: € 6.00
Planetario + Laboratorio / bambini: € 10.00
Solo su prenotazion

Sconto di 1,00 € per
- soci Coop

Search